lunedì 13 agosto 2012

ANTONELLA RUGGIERO in concerto allo Stadio del Mare di Pescara



Scintille per il pubblico pescarese nella serata - spettacolo del 12 Agosto, in cui, presso lo Stadio del Mare, si è potuto assistere al concerto di Antonella Ruggiero, celebre artista genovese che ha segnato gli ultimi venticinque anni della musica italiana. La cantante, ex – voce dei Matia Bazar, è riuscita con la sua particolare delicatezza e incisività vocalica, a regalare alla provincia adriatica un viaggio nell’intercorso musicale condotto con emozione e sentimento. Si è trattato, infatti, di una vera e propria rassegna epocale di vari brani, a partire da quelli della stessa Antonella, tra cui Amore lontanissimo, eseguita a Sanremo nel 1998, passando per riproposizioni vocali storiche, come Tu, musica divina e Blue Moon, fino ad arrivare a pezzi - omaggio ad altri artisti o altre culture. Altri successi legati alla cultura di Broadway e a quella indiana, uniti ad altri suoi celebri pezzi come Ti sento, Per un’ora d’amore, Solo tu hanno reso l’evento un tuffo nella musica e nell’interpretazione, garantito dalla personalità artistica per eccellenza della simpaticissima cantante, molto cordiale anche con il pubblico. 











Profondo rispetto e riconoscenza artistica verso la regione e il mare ospitanti, manifestati anche nell’omaggio contenuto nell’ultima canzone, Vola vola, proveniente dalla tradizione popolare abruzzese e riarrangiata per l’occasione. Altre canzoni che evidenziano le qualità musicali dell’artista e della struttura della formazione, quali ritmo spiccato e melodie diligentemente scandite, sono Guantanamela della tradizione cubana e anche quelle eseguite in memoria del grande Fabrizio De Andrè. Circa un’ora e mezza di spettacolo, con cui la Ruggiero ha trasmesso al pubblico, accorso numerosissimo, un’intensa emozione e gioia di vivere, soddisfacendolo pienamente.
Ad accompagnare l’artista, Ivan Ciccarelli alle percussioni, Roberto Colombo al vocoder e synt e Mark Harris al pianoforte e armonium. Un vero e proprio show, quindi, in cui tutti i musicisti sono riusciti a mettere in luce le proprie capacità strumentali, esibendosi talvolta in assoli e accompagnando la particolare voce della cantante in un percorso che ha spaziato dal pop alla musica sacra, con qualche variazione swing e passando per lirica, nonché per diversi linguaggi generazionali. Grazie alla minuziosa organizzazione dell’assessorato del Turismo e dei Grandi Eventi di Pescara, il concerto può considerarsi un evento indimenticabile, in cui gli spettatori hanno potuto incontrare l’elevatezza artistica della Ruggiero, entrando in contatto con i suoi pezzi e con la sua soave voce, mezzo di trasmissione delle emozioni sublimi vissute.


Nessun commento:

Posta un commento