martedì 18 febbraio 2014

THE ROCK THEATER ........................................... il viaggio nell'arte attraverso le emozioni


Riconfermatosi ancora una volta un appuntamento entusiasmante quello con l’espressività artistica dell’evento The Rock Theater, organizzato dalla dottoressa Emanuela Petroni e tenutosi presso il Contestaccio di Roma il 16 febbraio. Targata Anime di Carta, la serata vuole offrire spazio a giovanissimi talenti del panorama musicale, emergenti e non, permettendone l’esibizione davanti al pubblico capitolino riunito per assistere alla rassegna musicale live. Perdendosi talvolta tra le opere pittoriche e fotografiche ospitate nel locale, i presenti hanno potuto prender parte ad un viaggio musicale che, partendo dal rock e toccandone le molteplici chiavi di lettura, dall’hard – rock al folk – rock , è giunto sino al rap e ai ritmi hip – hop.
Marilyn Senza Neo
Caesar's Circles










Civico 8
Focalizzando l’attenzione sugli artisti ospitati sul palco, è stato possibile ascoltare sia band o formazioni di più elementi che artisti solisti, passando talvolta per omaggi cover, come quello dei Cure Anomalies, cover band del gruppo punk inglese dei Cure in nota per alcuni arrangiamenti anomali, appunto. Tra gli altri artisti in rassegna, la band dei Marilyn Senza Neo, composta da cinque elementi, mossisi con diligenza lungo il sound alternative – rock. Con testi graffianti e melodie singolari, i musicisti hanno aperto la serata, emozionando e riscaldando i presenti grazie ad un attento uso del basso nella strutturazione dei pezzi e ad un piano vocale basato sulla voce principale di Giuseppe e quella corista del tastierista Luca. Si tratta di una serata promozionale, finalizzata a dar spazio alla musica indipendente ed autoprodotta che fatica a trovare i giusti canali di diffusione. Sul palco anche il gruppo dei Caesar’s Circles, band eclettica e trasgressiva mossasi sul versante indie e brit del rock, toccandone anche i temi alternative e surf, attraverso un’esecuzione dura ed intensa. Il gruppo dei Civico 8, invece, mostra da subito una valenza maggiormente interattiva, arricchendo lo show attraverso la performance esecutiva, finalizzata a tener caldo il pubblico, entusiasmato dal ritmo della serata, in cui è stato possibile entrare in contatto anche con lo show costruito da artisti solisti, tra cui il cantautore Valerio Forconi, voce del gruppo romano dei Jesters, esibitosi nel suo progetto solista con brani singolari, tra cui Sorriderai, finalizzato a regalare ai presenti un momento ed una speranza di allegria. Toni e tematiche di tipo rap e hip – hop per Kalibro MC, il quale ha proposto pezzi propri coinvolgenti, tra cui il brano Zapping, profondo nel tema e agile nell’esecuzione al tempo stesso. Decisamente carica la performance del musicista Marco Civilla, distintosi in pezzi apparentemente delicati e dalle melodie sottese, configuratisi man mano come libero sfogo all’anima metal del protagonista del momento live, riscontrando notevole successo tra i presenti colti in un viaggio intenso di emozioni, grazie all’intensità della voce e alla particolarità esecutiva.

Valerio Forconi
Marco Civilla









A far da padroni durante l’intera nottata del teatro rock un denso spirito di condivisione e di interazione, a regalare ai presenti quell’armonia che solo l’arte riesce a dare, tutto reso possibile dall’attenta organizzazione di Anime di Carta e della sua direttrice, avvalsasi della collaborazione di un team di artisti. La larga partecipazione e il successo riscontrato hanno permesso la trasmissione del messaggio dell’arte, intesa come espressione di sé stessi, concentrandosi sugli artisti, veri protagonisti dell’incontro, permesso nell’appuntamento mensile al Contestaccio.

Nessun commento:

Posta un commento