martedì 8 gennaio 2013

2+2=5 ................ come negare l'innegabile .............. si parte da Villa Borghese



Nella mattinata di mercoledì 9 gennaio, si potrà assistere alla conferenza stampa di presentazione del nuovo film prodotto dalla Road Casting s.r.l., presso la Casa del Cinema di Villa Borghese a Roma. Si tratta di un film analitico e meditativo dal titolo 2+2=5, sviluppo di una teoria volta a negare l’innegabile, riconoscendone però le diverse interpretazioni a seconda della condizione.

Location





















Scritto da Loreto Crisci e Nicola Vizzini della NMEventi e distribuito da Mediterranea Productions, Uci Cinemas e The Space Cinema, il film sarà una sorta di riflessione sulle varie declinazioni interpretative delle situazioni umane, applicandola in modo metaforico alla vita stessa. Loreto Crisci, oltre ad essere l’autore del film, si occuperà anche della regia, affiancato da Riccardo Recchia, ex regista di numerosi programmi, tra cui Striscia La Notizia e Paperissima Sprint, nonché del Festival Internazionale della comicità in Svizzera e di Zelig, programma cult italiano degli ultimi tempi. Da riconoscere allo stesso è la percettibile passione per il mondo dello spettacolo e nel cimentarsi in sfide sempre nuove, con mete ancor da raggiungere, sempre con uno stile raffinato e mai banale.





Tra gli interpreti selezionati per il cast, si annoverano Melania Dalla Costa, Beppe Convertini, Alma Manera e Sergio Arcuri, attore italiano di teatro e tv, tutti presenti in sede di incontro a Villa Borghese, insieme a produttori, registi, autori ed altri attori. Il titolo della pellicola richiama alla mente, rendendola sicuramente più avvincente e interessante, il celebre pezzo della band inglese Radiohead, singolo estratto dall’album Hail to the Tief del 2003, nonché la frase di Victor Hugo nel commentare l’ascesa al potere di Napoleone III. Le riprese dureranno 5 settimane e si svolgeranno tra Lombardia, Campania e Piemonte, a partire dalla metà del mese prossimo.

Nessun commento:

Posta un commento