martedì 7 agosto 2012

IL BELLO E IL BRUTTO..............Ezio Budini e Marco Pizzi nell'ultimo appuntamento con il reading di Ecce Homo


Ultimo appuntamento con il progetto di lettura adriatico coordinato da Ezio Budini, appartenente alla compagnia pescarese del Teatro Immediato. Presso lo stabilimento balneare La Lampara, durante la serata di lunedì 6 Agosto, il numeroso pubblico è carico di aspettative per l’appuntamento con “Il Bello e il Brutto”, in cui lo stesso Ezio Budini si fa portavoce di alcune delle opere di Campanile, Benni, Calvino e Buzzati, accompagnato dalla chitarra di Marco Pizzi.

Notevole l’abilità interpretativa di Ezio, riscontrata anche nell’immedesimazione e nella mimica facciale, qualità, queste, certamente provenienti dalla sua professionalità attoriale, riscontrata anche nella “costruzione” di un vero e proprio show attorno il set, come se ci si trovasse su un palcoscenico, con cui si immagina e si finge un viaggio nel rapporto tra belli e brutti e in quello con il tempo che passa. L’accompagnamento musicale è sottile, sovrastato dalla vocalità e quasi velato, quanto basta per addolcire e render melodia le tematiche trattate, tra cui quella dell’incontro tra Dio e Satana e di un successivo dialogo tra le due entità. Si parla di creazione e della messa in discussione dell’operato di Dio, dell’amicizia, dell’onestà e del coraggio, dell’amore e del destino. Tutti orizzonti tematici che permettono ad Ezio, forte della sua preparazione, di servirsi delle proprie tecniche di interpretazione e finzione scenica anche nei diversi personaggi affrontati, tra cui quello di una donna, presa nei rapporti coniugali con il marito.
Il tono passa da celebrativo a predicativo, per finire sul versante dilettevole e quasi comico, peculiarità riscontrate nella scena costruita con variazioni vocaliche, mimica e gestualità, in un percorso di emozioni trasmesse e cariche nella trattazione, permettendo al pubblico di essere costantemente soddisfatto e di divertirsi.


Nessun commento:

Posta un commento