sabato 14 aprile 2012

Al piccolo teatro Guascone di Pescara.........."Riflessioni postume"......di e con Ezio Budini



ironia, amarezza e tragicità sulla fenomenologia della morte

Trama:

In scena al piccolo teatro Guascone di Pescara, situato in zona Portanuova, il divertente spettacolo di Ezio Budini in duplice veste: quella di attore e regista. Appartenente alla compagnia Teatro Immediato, di cui è stato uno dei fondatori nel 2005, mostra una singolare abilità nel destreggiarsi sul palcoscenico. Lo spettacolo è andato in scena il 13 e il 14 aprile 2012 alle ore 21:30 ed è tratto dalla produzione letteraria di Achille Campanile, il quale guida l'attore nello svolgimento delle vicende e in riflessioni che partono dall'analisi della vita e della morte. 


Recensione:

Perfetto sodalizio tra ironia e amarezza, esaltate brillantemente dall'autore – regista, il quale costruisce gli sketch partendo dalla dissacrante idea di morte, intesa come punto di riflessione.
Ezio Budini, attraverso un monologo espressivo, si misura con il tema della morte non direttamente, ma in modo indiretto, ragionandoci e riflettendoci sopra. É questo il senso proprio dello spettacolo che diverte il pubblico abbracciandolo con tragicità nel trattare la fenomenologia della morte, costruendo una sua filosofia del comportamento umano di fronte ad essa.
Solo la vita può essere concepita e razionalmente definita dall'uomo mentre, la morte risulta essere un concetto astratto poiché, non sapendo come sia realmente, l'uomo può soltanto immaginare come possa essere. La morte invade piano piano l'uomo ed è soltanto l'ultima tappa del morire, processo che inizia dalla nascita. Si assiste ad un gioco di metafore sulla vita, condotto dall'attore, che la paragona ad una nave, ad un aereo, ad una strada e infine ad una candela. La vita sembra essere un alzarsi e coricarsi continuamente, fino a restare immobili con l'arrivo della morte, la quale rimuove le situazioni e le risolve. Un potente strumento risolutore che nelle mani dell'uomo sarebbe un disastro mentre, nelle mani di una Sapienza infinita risulta essere la salvezza del mondo. 
 Scheda tecnica:
compagnia Teatro Immediato presenta
RIFLESSIONI POSTUME
da Achille Campanile
di e con Ezio Budini
scenografia Francesco Vitelli
abito di scena Filomena Tavano
registrazioni audio Globster
ufficio Stampa Giuliana Livi
luci e fonica Franz
13 e 14 aprile 2012 ore 21:30
Piccolo Teatro Guastone, Pescara

Nessun commento:

Posta un commento